Wsense con MUSAS ad Archeocamp 2020 per la valorizzazione dei siti archeologici sottomarini

image title

“MUSAS” è il suggestivo acronimo di “MUSei di Archeologia Subacquea, Tutela, valorizzazione e messa in rete del Patrimonio Archeologico Subacqueo di Campania, Calabria e Puglia”.

Si tratta di una iniziativa ideata e promossa dall’Istituto di Conservazione e Restauro del Ministero dei Beni Culturali e Turistici, con l’obiettivo di monitorare e promuovere la conoscenza e la fruizione di una serie di importanti musei archeologici sommersi della Magna Grecia.

Quattro i luoghi del Sud Italia coinvolti nel progetto MUSAS, con una serie di siti e musei di grande rilievo storico e scientifico. Si va dal Parco Sommerso di Baia (Napoli) con la Villa dei Pisoni e il Ninfeo di Punta Epitaffio e il Museo Archeologico Nazionale dei Campi Flegrei, al porto sommerso e al Museo Archeologico Nazionale “Giuseppe Andreassi” di Egnazia (a Fasano, Bari), al Parco archeologico sommerso con il Museo Archeologico dell’antica “Kaulon” a Kaulonia (Monasterace, Reggio Calabria), fino al Museo Archeologico Nazionale e al Museo e al Parco Archeologico di Capo Colonna a Crotone.

Wsense è uno degli attori chiave del progetto MUSAS, a cui sta contribuendo con l’implementazione e l’utilizzo della rete di nodi sensori sottomarini innovativi dispiegati in modo flessibile, che è alla base del sistema di monitoraggio necessario alla verifica dello stato di conservazione dei siti e alla localizzazione dei subacquei.

Ne parleremo nel corso della tavola rotonda dedicata al patrimonio culturale sommerso e alla sua valorizzazione durante e dopo la pandemia di coronavirus che stiamo attraversando, in programma domani 29 ottobre dalle 9 alle 13, a cui parteciperanno protagonisti del settore a livello italiano e internazionale. La cornice è quella della quarta edizione di ArcheoCamp, rassegna di promozione del turismo archeologico subacqueo che si tiene ogni anno a Baia. in osservanza alle ultime disposizioni legislative sull’emergenza sanitaria, l’edizione di quest’anno si terrà completamente online.

A questo link il programma e le informazioni su come partecipare alla diretta streaming della tavola rotonda.